MINORCA: TRA IL TURCHESE E IL SELVAGGIO

L’estate è arrivata e si fa proprio sentire, quindi pensare di fare un tuffo al mare rilassa la mente e il corpo.

Due anni fa siamo stati a Minorca, una stupenda isola spagnola, dove il turchese del mare si unisce ad una vegetazione selvaggia.

Minorca è l’isola del relax, qui tutto scorre lento e senza fretta, perfetta per chi cerca spiagge incontaminate. E’ un’isola che mantiene intatta e inalterata la sua identità.

Ciò che contraddistingue quest’isola è la varietà di calette: si va dalle spiagge di sabbia bianca con acqua cristallina, alle calette più rocciose che si affacciano su un mare blu.

Se dovessimo fare una classifica delle tre spiagge più belle, al podio mettiamo Macarella e Macarelleta, come medaglia d’argento Cala del Pilar e come medaglia di bronzo Cala Algaiarens.

Una volta arrivati a Macarella ci siamo trovati di fronte a noi una spiaggia caraibica circondata da acque turchesi e trasparenti dove le barche ancorate vicino alla costa sembrano essere sospese. Da Macarella, percorrendo un sentiero, si arriva a Macarelleta, una piccola cala degna di un’isola deserta.

polaroid macarella polaroid macarelleta

Un’altra bellissima spiaggia è Cala del Pilar, per arrivarci avete due modi o quello via mare oppure, quello che abbiamo fatto anche noi, camminando per 40 minuti circa, lungo un sentiero in terra battuta, un paesaggio molto selvaggio ma davvero meraviglioso, grazie al terreno argilloso, la spiaggia assume un color rosso intenso. Qui entri proprio in contatto con la natura! Le spiaggie più belle sono quelle in cui ci si arriva camminando, lo sforzo ne varrà sempre la pena!

polaroid cala del pilar cala del pilar

Per ultima ma non da meno Cala Algaiarens caratterizzata da acque verdi e da sabbia chiara con un delicato colore rosato. Un posto davvero tranquillo e rilassante.

Insomma, se non siete mai stati a Minorca, pensiamo sia arrivato il momento giusto per visitarla!

Questo è il nostro parere ma voi che ne pensate?

 

A presto Amici di Viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *