MYANMAR: TRA TEMPLI E PAGODE

bimbo buddha

Buongiorno miei cari amici,

prosegue il mio straordinario percorso narrativo fotografico in terra birmana.

Il Myanmar è una terra che, grazie alla religione, maggior parte Buddista, la generosità e il rispetto sono alla base della vita quotidiana.
Il Myanmar è pieno di templi e pagode, dove la gente si riunisce per la preghiera e dona a se stessi e al Buddha benevolenza: dai fiori al cibo.

bimbo buddha
Noi accendiamo candele in Chiesa, loro donano omaggi ai Buddha, questo perché credono molto nella reincarnazioni; credono che se faranno del bene in questa vita sicuramente la prossima sarà migliore di questa.
Ogni Buddha ed ogni tempio è particolare, in ognuno di questi ne senti la magia e la pace.
Nonostante i piedi sporchi e stanchi, viene voglia di esplorare e conoscere.

gente nelle pagode myanmar preghiera myanmar gente nelle pagode myanmar gente nelle pagode myanmar
La pagoda più bella e maestosa è quella di Shwedagon, in Yangon, la prima cosa che salta all’occhio è il colore oro predominante in tutta la struttura.

Shwedagon Pagoda
L’atmosfera che si respira è particolarmente rilassata, bisogna immedesimarsi in loro, ti siedi, incroci le gambe, e entri in contatto diretto con tutto quello che ti sta attorno, una magnifica sensazione di pace interiore; solo provando puoi capirne realmente il significato.
Tutto ciò che ti circonda è surreale, giri lo sguardo e vedi fedeli che pregano, gente che fotografa e chi accende una candela.

Nella zona di Bagan, invece, non puoi perderti il tramonto sulla Pagoda Buledi, dopo centinaia di gradini alti e stretti, siamo arrivati in cima; qui ti siede e ammiri la maestosa vista, e tutta la fatica e le energie perse nel salire vengono ricompensate. Ammiri una distesa piana, piena di pagode che spuntano nella foschia del tramonto.
Davvero spettacolare, una vista da togliere il fiato.

Bugadi Pagoda

Il Myanmar è pieno di Pagode, dopo qualche giorno diventi parte di loro e della loro terra.

Alla prossima amici di viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *